Il punto sulla nuova Piazza San Cosimato.

Come sapete, nella giornata di venerdì 1 aprile abbiamo inaugurato la nuova veste di Piazza San Cosimato.

Non si è trattato di un percorso semplice, in quanto questa piazza è da sempre al centro della socialità del rione Trastevere. Ma con molte criticità.

Già nel 2006 i lavori del Comune avevano cercato una risistemazione definitiva per questa piazza, ma con scarsi risultati.

Il manto stradale dissestato e la scarsa affidabilità delle postazioni per il mercato hanno reso necessari nuovi lavori.

Lavori durati dal novembre 2015 al marzo 2016 e che ho seguito passo dopo passo, sin dal primo sopralluogo assieme alla Presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi e le varie associazioni di quartiere.

Nel corso di questi mesi ho seguito nell’ordine, con quattro specifici sopralluoghi, le seguenti problematiche della piazza.

dal 14 al 16 dicembre del 2015 ho monitorato la rimozione dei 9 banchi scoperti del mercato, che occupavano la parte superiore della piazza anche dopo l’orario di chiusura. Si trattava di un elemento fondamentale in quanto nel corso dei lavori del 2006 l’amministrazione comunale sbagliò del tutto l’impostazione, creando delle infrastrutture per i banchi spesso inutilizzati e troppo pesanti per essere smontati negli orari notturni. La nuova veste del mercato è data anche dai nuovi banchi del mercato.

Il 25 di gennaio anche attraverso la partecipazione delle associazioni rionali ho chiesto un parere al dipartimento lavori pubblici in merito alla nuova pavimentazione della piazza. Ed ho contattato la ditta per assicurarmi che la pavimentazione in peperino fosse conforme al terreno sottostante.

Infine il 16 di marzo ed il 25 marzo ho monitorato nell’ordine l’installazione delle 20 panchine prima traballanti, quella dei parapedonali ed infine la risistemazione dell’antica cancellata a protezione del protiro della chiesa dei Santi Cosma e Damiano.

Penso che questo lavoro fatto di sopralluoghi sia un esempio virtuoso sul ruolo di indirizzo e controllo che può svolgere il Consiglio Municipale. Se la giunta e la Presidente del Municipio svolgono un ruolo di forte azione, i consiglieri (che non possono allocare risorse di bilancio, già scarse a livello municipale) devono svolgere un ruolo di vigilanza nel campo dei lavori pubblici per quanto riguarda la tempistica dei lavori e la correttezza delle procedure.

Sono contento di aver potuto sperimentare, proprio a Piazza San Cosimato, il ruolo di supporto all’operato della Presidente Alfonsi che può svolgere un consigliere municipale.

 Livio Ricciardelli

 Consigliere I Municipio 

dscn5094