21 marzo ore 19.30> Presentazione del libro “Stai zitta e va’ in cucina. Breve storia del maschilismo in politica da Togliatti a Grillo” di Filippo M. Battaglia

Diapositiva2

Stai zitta e va’ in cucina è la storia degli insulti, delle discriminazioni e dei pregiudizi politici nei confronti delle donne. Ed è una storia a cui prendono parte quasi tutti: i padri costituenti e Beppe Grillo, il Pci e Silvio Berlusconi, la Dc e i partiti laici, i piccoli movimenti e le grandi coalizioni. Da questo punto di vista, la politica italiana si mostra singolarmente unanime. Nell’Italia repubblicana la crociata sessista arruola tutti: premier, segretari di partito, ministri, capi di Stato, giù giù fino all’ultimo portaborse sconosciuto. Dopo il suffragio universale, «concesso» nel ’45, il maschilismo italico si fa sentire già con la stesura della Costituzione, per proseguire fi no ai giorni nostri, tra appelli, citazioni sofisticate e insulti da bettola. Dalla battaglia sul divorzio alle norme contro la violenza sessuale, dall’accesso alla magistratura al dibattito sulle quote rosa, questo libro è un succinto racconto storico – incredibilmente attuale –, per capire come si è diffusa e perpetrata la misoginia politica in uno dei Paesi più maschilisti d’Europa.

Lunedì 21 marzo, ore 19.30

c/o Sezione PD Trastevere 

Vicolo S. Cecilia 3, Roma

Una discussione sul rapporto tra la politica e il ruolo della donna, – il frasario, le categorie utilizzate nei confronti della figura femminile, a partire dalla presentazione e lettura di “Stai zitta e va’ in cucina. Breve storia del maschilismo in politica da Togliatti a Grillo“.

 

Intervengono

 Filippo Maria Battaglia, autore del libro

 Valeria Fedeli, Vicepresidente del Senato

 Lia Migale, docente Università “La Sapienza” e Direttivo Casa Internazionale delle Donne 

Daniela Preziosi, giornalista de “Il Manifesto” 

Modera Alice Militello

Vi aspettiamo!