La riforma costituzionale spiegata

Il voto del referendum del 4 dicembre che porterà gli Italiani a dire Sì o No al cambiamento di diversi articoli della Seconda parte della nostra Costituzione è un voto di portata storica, in tutti i casi destinato a produrre importanti conseguenze per il futuro del nostro Paese.

Per questo riteniamo sia fondamentale partire dalla conoscenza delle novità introdotte dal Parlamento nel testo costituzionale e dalla consapevolezza del significato della riforma, mettendo da parte un dibattito che troppo spesso in queste settimane si concentra sui destini di questo o quel politico o sulle contingenze e le convenienze elettorali di questo o quel partito (producendo distorsioni e orientamenti che con la Costituzione non hanno nulla a che fare purtroppo, da una parte e dall’altra).

Offriamo allora qui una serie di materiali utili (segnalatecene altri che riteniate particolarmente efficaci o ben fatti, continueremo ad aggiornare questa pagina fino al 4 dicembre!) per conoscere e giudicare la Riforma, le sue innovazioni, il suo significato storico e le sue conseguenze, perché essere informati e votare con la testa – che votiate Sì o No – è ciò che ci viene oggi richiesto come cittadini italiani e come genitori dell’Italia di domani. Non sprechiamo quindi quest’occasione!

Il quesito del referendum

« Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del Titolo V della parte II della Costituzione”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016? »

Materiali utili per conoscere e capire la Riforma

 

Come hanno votato i singoli parlamentari nei sei passaggi di approvazione parlamentare?

Primo passaggio Senato (8 agosto 2014)

Primo passaggio Camera (10 marzo 2015)

Secondo passaggio Senato (13 ottobre 2015)

Secondo passaggio Camera (11 gennaio 2016)

Terzo passaggio Senato (20 gennaio 2016)

Terzo passaggio Camera (12 aprile 2016)